Rinnovo contratto Turismo: Confesercenti, raggiunto l’accordo per il rinnovo con Filcams, Fisascat e Uiltucs

confesercentiCommercio, Confesercenti, Servizi, Turismo, Ufficio Paghe

Confesercenti ed i sindacati dei lavoratori Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UILTucs hanno raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale del lavoro del settore Turismo che era scaduto dal 30 aprile 2013. Il nuovo contratto, formalmente condiviso e sottoscritto in data 18 luglio scorso, fa riferimento ad un settore con oltre 1,5 milioni di addetti e più di 400mila imprese.  È infatti l’unico contratto nazionale unitario del turismo che può essere applicato da tutte le tipologie di attività del comparto: agenzie di viaggio, ricettività alberghiera, campeggi, pubblici esercizi, ristorazione e stabilimenti balneari.

Il rinnovo coinvolge tutte le imprese che operano nel comparto turistico: dai pubblici esercizi alla ristorazione collettiva e commerciale, dal settore ricettivo ed alberghiero, ai campeggi, agli stabilimenti balneari, alle agenzie di viaggio e assume come riferimento la base contrattuale che Confesercenti aveva stipulato con le organizzazioni dei lavoratori dipendenti il 4 marzo 2010 ed è l’unico Contratto che mantiene l’unitarietà delle imprese e dei lavoratori del turismo.

Sarà applicato dalle altre 50.000 imprese della ristorazione e pubblici esercizi, delle oltre 7.000 imprese di stabilimenti balneari, delle oltre 25.000 imprese del ricettivo alberghiero, e dalle oltre 4.000 agenzie di viaggio e 2.000 campeggi che applicano il CCNL Turismo Confesercenti.

Gli oltre 400.000 lavoratori di riferimento riceveranno con decorrenza 1° gennaio 2018 i seguenti aumenti retributivi lordi:

Pubblici esercizi, ristorazione collettiva                                   A regime sul IV livello 100 euro in 5
e commerciale, stabilimenti balneari                                         tranches entro l’1/12/2021

Aziende alberghiere e complessi                                                 Sul IV livello 88 euro ed una Una tantum di
turistico recettivi all’aria aperta                                                   936 lordi erogata in 5 rate mensili

Imprese di Viaggio e Turismo                                                       88 euro sul IV livello

 

L’accordo di rinnovo prevede importanti interventi in materia di flessibilità oraria fondamentali per le PMI, mercato del lavoro (apprendistato part time tempo determinato) di Bilateralità e Assistenza Sanitaria integrativa.
Infine, sono previste per i pubblici esercizi, per la ristorazione collettiva e commerciale e per gli stabilimenti balneari misure contenitive del costo del lavoro, maturazione permessi, scatti di anzianità, per fronteggiare anche le difficili situazioni congiunturali.

“Esprimiamo grande soddisfazione per essere riusciti, dopo una lunga trattativa, a chiudere un accordo per il rinnovo: il primo impegno che ho preso un anno fa, in occasione della mia elezione, e che sono felice sia ora stato raggiunto”, dichiara la Presidente di Confesercenti Patrizia De Luise. “Il turismo è uno dei settori più dinamici della nostra economia, e l’intesa con i rappresentanti dei lavoratori rafforza un comparto che caratterizza il Made in Italy e che, al netto dell’indotto, vale circa il 6% del nostro Pil”.

Per saperne di più:

Protocollo
Accordo ASSOTURISMO – ASSOHOTEL e ASSOCAMPING
Accordo ASSOTURISMO – FIEPeT e FIBA
Accordo ASSOTURISMO e ASSOVIAGGI